Come ridurre la grandezza di un PDF
comprimere un PDF

© Copyright Programmifree.com.  E' vietata la copia anche parziale senza il consenso scritto dell'autore.

 

 


guida inserita: Ottobre 2015

Prima di parlare di ridurre un PDF, dobbiamo tenere presente che questi programmi andranno a ridurre un po' la qualità del PDF compresso. Nulla di particolarmente grave, ma è bene tenerlo presente.

Scelta n.1:

Possiamo scegliere tra PDF 24 Compress (inserito in PDF 24 Creator) e Orpalis PDF Reducer free.

A volte comprime meglio il primo, a volte il secondo; di solito Orpalis è più costante nei risultati (e con una qualità leggermente migliore), ma PDF 24 Compress in alcuni casi riesce a comprimere di più.
Inoltre PDF24 Compress, a differenza di Orpalis, è interamente gratuito e non ha un conto alla rovescia che ogni tanto interrompe per alcuni secondi le operazioni.

PDF24 Compress.

  1. Scarichiamo e installiamo PDF24 Creator (PDF24 Compress è compreso nel pacchetto).

  2. Se non fosse in italiano, aggiungiamo manualmente la lingua italiana, inserendo il file Italian.lang (prima scompattatelo) nella cartella lang in cui abbiamo installato PDF24 Creator (in genere C:Programmi(x86)/PDF24/lang).

  3. Avviamo PDF24 Compress.

  4. Clicchiamo Aggiungi file, aggiungiamo i PDF che vogliamo e poi Salva i file.

 Per ridurre ulteriormente i PDF, possiamo cambiare il valore di DPI (per esempio portandolo a 120) e Qualità dell'immagine (portandolo per esempio a 60). Le dimensioni dei PDF saranno inferiori, ma scenderà un po' la qualità.

Alternativa:

Orpalis PDF Reducer free.  Dato che al momento Orpalis PDF Reducer è preimpostato per caricare tutti i PDF all'interno di una cartella e magari noi ne vogliamo ridurre solo qualcuno, Options→General→File Selection→Apply.

Adesso scegliamo una cartella diversa da quella di origine e clicchiamo Start batch.

In pochi secondi (o minuti, dipende dal numero di PDF presenti) il PDF compresso sarà nella cartella di destinazione.

IMPORTANTE: ricordo che è bene impostare una cartella di salvataggio (Destination) diversa da quella di partenza (Source), perché altrimenti i PDF originali verranno sovrascritti.

Scelta n.2 (online cloud)

Esistono svariate alternative cloud, cioé servizi online che ci consentono di ridurre i PDF senza installare nulla.
Ci sono però gli svantaggi tipici dei servizi cloud, e cioé la lentezza con documenti di grandi dimensioni e la privacy (bisogna fidarsi delle politiche sulla privacy del servizio cloud che scegliamo, e in caso di documenti riservati potrebbe non essere una buona idea).

Tra i vari servizi di riduzione PDF disponibili, uno dei migliori è PDF Compress.

Basta cliccare su My Computer e -una volta terminato l'upload- su Compress e in breve tempo il PDF sarà compresso e pronto per essere scaricato.

Purtroppo molti di questi servizi tendono a scomparire con una certa frequenza.

Per questa ragione suggerisco anche, qualora PDF Compress non fosse più disponibile:
https://docupub.com/pdfcompress/
http://pdfcompressor.com/

Scelta n.3  (utilizzare un programma di OCR)

Poiché i documenti PDF creati con lo scanner hanno dimensioni notevoli (in genere tra 0.5 e 1 MB per una pagina A4; per un documento di 100-150 pagine diventano decine di MB), potrebbe essere una buona idea eseguire il riconoscimento dei caratteri (OCR), in modo da riconoscere il testo come tale e non più come immagine (si passa da circa 0.5-1 MB per pagina a circa 0.03 MB per pagina).

Questa soluzione, che porta ad un livello di compressione altrimenti inarrivabile, ha però alcuni svantaggi:

1) A volte i programmi OCR commettono errori e può accadere che scambino una parola con un'altra. Se si hanno documenti importanti, come contratti o simili (ma anche bollette, ecc.), il fatto che il software possa scambiare una parola con un'altra potrebbe fare danni.
2) L'operazione OCR è alquanto lunga, perché bisogna riconoscere pagina per pagina e controllare che tutto sia andato a buon fine. Ci vogliono tempo e pazienza.

Per chi desideri procedere in questa direzione, su Programmifree c'è una utile guida che utilizza il software Cuneiform, da PDF a Word. Una volta ottenuto il documento in formato .doc o .rtf, è poi semplice riconvertirlo in PDF tramite un qualsiasi programma di conversione da Word a PDF: le dimensioni saranno inferiori di circa 10 volte rispetto a quelle del PDF iniziali.